SportArrampicata - Dicembre 2005

In quell’occasione si sono confrontati sulle pareti della palestra comunale di arrampicata le finali del Progetto Sperimentale Special Climbing Lab, rivolto a classi delle scuole primarie con alunni/e con disabilità/disagio della provincia di Venezia, che ha visto oltre 20 classi delle scuole elementari e medie inferiori impegnati in un percorso didattico di base della disciplina sportiva con metodologia integrativa di inserimento anche di alunni appunto con disabilità/disagio. In quell’occasione gli atleti hanno partecipato con grande entusiasmo, confortati anche dalle famiglie e dagli insegnati, quest’ultimi coinvolti e presenti durante tutto il progetto sperimentale. La gara è stata realizzata con modalità “ufficiali” e quindi con un giudice federale, con tecnici FASI e la presenza di amministratori locali (regionali, comunali e provinciali) e del C.S.A. provinciale, in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto.

Altro appuntamento importante è stata la prima prova del Trofeo Italiano Giovanile Under 14 Regione Nord-Est, svoltasi a Colle Umberto, organizzata dalla Ice Climbing Rock, il 13 novembre c.a., che ha visto la partecipazione di un ns. giovane atleta autistico che è riuscito a raggiungere la seconda posizione sul podio della sua categoria.

Per finire, il 26 novembre u.s. si è tenuto a Venezia il Campionato Provinciale under 14 e under 14 per disabili, all’interno delle Venetiadi, organizzato da Venezia Verticale, con una sezione dedicata proprio ai giovani atleti disabili. Anche in quest’occasione gli atleti hanno dimostrato tenacia e abilità.

Così come in Veneto, anche in Emilia Romagna si stanno sviluppando iniziative e progetti rivolti in particolare ad atleti con disabilità sensoriale, grazie alla collaborazione tra la Polisportiva P.G.S. di Bologna e il Comitato Regionale del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico). Anche il settore arrampicata sportiva del CUS Bologna sta svolgendo attività con disabili sensoriali.

Per il 2006 la Commissione Federale Disabilità e Disagio intende concretizzare ulteriori azioni per rinforzare l’avviato riconoscimento di questi atleti, approntando un regolamento che tenga conto delle loro esigenze, così come in altre Federazioni, ma che li annoveri tra gli atleti agonisti. Alla luce, anche, del protocollo d’intesa siglato con il C.I.P. Nazionale.

Per approntare anche strumenti metodologici di allenamento e avviamento all’agonismo si prospetta la realizzazione di un Convegno Nazionale il primo, proprio sull’Arrampicata Sportiva e la sua pratica per atleti con disabilità, a cui saranno invitati relatori in grado di illustrare i vantaggi dal punto della crescita personale e della integrazione sociale proprio per queste persone.

Nel frattempo la Commissione sta studiando e approntando le linee guida per gli istruttori FASI che si trovano ad affrontare atleti con disabilità/disagio e che saranno realizzate nel corso del 2006.

Ci auguriamo pertanto che il lavoro iniziato prosegua con l’appoggio necessario da parte oltre che della Federazione anche delle Società Sportive, che ancora una volta chiamiamo a supportare questo impegno federale per dimostrare che l’arrampicata e i suoi praticanti sono attenti e sensibili e desiderano poter vedere allargato l’orizzonte del proprio sport d’elezione.

 

Luca Bardella

Responsabile Commissione Federale Disabilità e Disagio

Stampa SportArrampicata - Dicembre 2005Invia a un amico SportArrampicata - Dicembre 2005Chiudi l'elemento SportArrampicata - Dicembre 2005
Home | Chi siamo | Special Climb | Gare | Mappa
Viale Nino Bixio 67 - 31100 - Treviso
Via Venezia 77 - 30034 Oriago di Mira (VE)
cell. 339 1695853 - 338 8096109 segreteria@vialvichingonlus.it
Privacy | powered with Quick-Portal
Valid XHTML 1.0! Valid CSS!